Senza frac nero né cilindro

Teatro biografico al femminile

L’interesse per le biografie di grandi donne del passato nasce già nel 2005 con lo spettacolo su Marie Curie prodotto dal Comitato Pari Opportunità dell’Università di Padova.

Nel 2010 prosegue con la produzione de “Il Sogno di Rosa”, su Rosa Luxemburg, e la realizzazione di un contenitore di spettacoli e conferenze nel contesto degli eventi della Fiera del Libro per Ragazzi col titolo “Donna nel lavoro, donna nella storia”.

Nella stagione 2011/2 il progetto prende il nome di “Senza frac nero né cilindro” (titolo ispirato ad una poesia di Wislawa Szymborska) e viene presentato come rassegna all’interno degli appuntamenti della stagione teatrale dell’Oratorio S. Filippo Neri della Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna.

In questa occasione insieme ai due spettacoli su Marie Curie e Rosa Luxemburg viene presentato lo spettacolo di e con Sandra Cavallini “Rapporto su La banalità del male di Hannah Arendt

Nella stagione 2012/3 “Senza frac nero né cilindro” è tornato all’Oratorio S. Filippo Neri con “Brigantesse“, della compagnia Petra, “Cipolla“, di Tita Ruggeri, e “Nati in Casa“, di Giuliana Musso.

Nella stagione 2013/4 sono stati presentati in “Senza frac nero né cilindro” gli spettacoli “Tre di due – ovvero quelle che decisero di cooperare” di Sandra Cavallini e “Coco. Ultimo Sogno” del Teatrino Giullare.

I prossimi appuntamenti della stagione.

Le due giornate di eventi del marzo 2010, dedicati a Marie Curie e Rosa Luxemburg, si sono svolti negli spazi di Leggere Strutture, a Bologna.

Con il contributo della Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna

Logo Fondazione del Monte


Sponsor

Logo Coop


Partners

Centro delle Donne di Bologna

logo-rlfoundation-1

BoLibri


Sponsor tecnici

Sesto Sapore

Studio fonico Andrea Giannone

Rivolto a

dai 14 anni